top of page

Correre a Thionville: nella terra dei tre confini

Situata a pochi chilometri dai confini con Lussemburgo, Germania e Belgio, Thionville è nel cuore dell'Europa. Antica città mineraria e siderurgica, la sottoprefettura della Mosella trae oggi la sua ricchezza da una posizione geografica privilegiata. A volte tedesca, a volte lussemburghese, a volte francese, Thionville ha avuto una storia turbolenta. Questi cambiamenti hanno arricchito il patrimonio della città, che è tanto unico quanto vario. Prendete JOOKS e scoprite le sue strade e i suoi edifici emblematici, grazie ai quattro itinerari proposti dalla città!


Vista della città dal Pont des Alliés

Seconda città della Mosella per numero di abitanti, Thionville è piena di sorprese. Dal castello fortificato dei conti di Lussemburgo agli altiforni della ferriera, la città vi porterà in un viaggio nel tempo. Fu menzionata per la prima volta con il nome di villa Theodonis nell'VIII secolo, in seguito alla visita di Pipino il Breve a questo patrimonio. Il feudo passò nelle mani dei Conti di Lussemburgo nel X secolo, prima di essere ceduto alla Francia con il Trattato dei Pirenei 600 anni dopo. Thionville passò di mano altre volte a seguito dei vari conflitti che sconvolsero l'Europa.

Nel cuore del quartiere storico


La città ha conservato molte vestigia del suo passato medievale. La passeggiata vi porterà dai piedi della Tour aux Puces, il cui museo ospita collezioni che vanno dalla preistoria al Rinascimento, alla rue brûlée, che deve la sua forma circolare ai bastioni che un tempo circondavano la città.


Anche il centro della città racchiude tesori che vanno dal Rinascimento al XIX secolo. In particolare, si possono ammirare il campanile, che ospita la grande campana di Thionville, e la chiesa di Saint-Maximin con il suo notevole organo, uno dei più belli d'Europa.


La chiesa di Saint-Maximin

A partire dalla seconda metà del XIX secolo, l'area di Thionville fu teatro di diversi conflitti che ne segnarono il paesaggio e i confini. Il primo di questi fu la guerra franco-prussiana del 1870. Dopo un assedio e un terribile bombardamento che causò notevoli distruzioni, Thionville divenne ufficialmente tedesca. Anche le due guerre mondiali portarono a una serie di sviluppi, in particolare la creazione della Linea Maginot e delle sue fortificazioni.


La metropoli del ferro


L'altoforno U4, ora restaurato e aperto al pubblico

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, Thionville si riprese e conobbe una forte crescita grazie allo sviluppo dell'industria siderurgica. Questo boom economico durò fino alla fine dei Trent'anni gloriosi.


I resti di questo passato industriale sono ancora oggi visibili e segnano il paesaggio della regione. L'altoforno U4, classificato come monumento storico, domina l'area di Thionville ed è un simbolo del patrimonio siderurgico della Valle del Fensch. A più di vent'anni dalla sua chiusura, l'altoforno è ora aperto al pubblico.


Città naturale


Situata sulle rive della Mosella, Thionville offre ai suoi abitanti un ambiente di vita privilegiato. La vostra corsa o passeggiata vi porterà a scoprire i numerosi parchi, giardini e spazi verdi che costituiscono il fascino della città.



Le rive della Mosella

Per aiutarvi a scoprire o riscoprire la città e i suoi dintorni, la città ha creato una quarantina di sentieri. Per i più sportivi, è possibile anche percorrere la Voie Bleue, una pista ciclabile di 700 chilometri che si estende da Apach, al confine con il Lussemburgo, fino a Lione.



Correte, camminate o pedalate con JOOKS, dal Belfry alla Torre delle Pulci!


Trovate i percorsi di Thionville e di oltre 1.300 altri sull'app JOOKS!





2 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page