top of page

Correre a Limoges: capitale della regione del Limousin

Situata ai piedi del Massiccio Centrale, Limoges è una città dinamica dove la vita è bella. Sebbene Limoges sia conosciuta soprattutto per la sua porcellana, vanta anche un patrimonio ricco e variegato, frutto di oltre 2.000 anni di storia. Città d'arte e di storia, capitale delle arti del fuoco e Città Creativa dell'UNESCO, Limoges è ricca di tesori che non lasceranno nessuno indifferente. Lasciatevi guidare per le strade della città limosina grazie agli itinerari sportivi e turistici offerti dalla città!


Vue de Limoges et de la cathédrale Saint-Etienne
Vista su Limoges e sulla cattedrale di Saint-Etienne

Seconda città più popolosa della regione Nouvelle-Aquitaine dopo Bordeaux, Limoges è tuttavia una città naturale. Situata sulle rive del fiume Vienne, la città vanta molti spazi verdi e giardini ed è circondata da un'area rurale priva di allevamenti e coltivazioni intensive.


Ma Limoges è anche una città di gastronomia, con una cucina locale generosa e variegata, a partire dalla famosa carne di manzo del Limousin. Le specialità di Limoges sono presentate ogni anno in un importante festival gastronomico: la Frairie des Petits Ventres. Si tratta di un evento culinario che rispecchia la gente della capitale del Limousin: buongustaia e cordiale.


Cuori storici


Fondata dai Romani intorno al 10 a.C. con il nome di Augustoritum, Limoges si basa su due centri storici: la Ville Haute (Città Alta), già quartiere dei Visconti e sede del Castello Saint-Martial, e la Cité (Città), sotto il controllo del vescovo e costruita intorno alla Cattedrale di Saint-Etienne. Il castello e la Cité sono stati riuniti dopo la Rivoluzione francese nel 1792, formando ufficialmente un unico comune.


La passeggiata nel centro della città vi porterà a scoprire questi due centri storici e i notevoli monumenti e siti che ne costeggiano le strade. Nella città alta, ammirate il cortile del Tempio e le sue magnifiche case a graticcio e gli splendidi portici in granito. Vedrete anche le pietre di pavimentazione ricavate da frammenti di "gazette", le "scatole" di argilla utilizzate per proteggere i pezzi di porcellana durante la cottura, che formano la pavimentazione della Cour du Temple e di altre strade del centro di Limoges. I resti del Medioevo si mescolano a edifici classici e moderni, come le Halles centrales, che potrete ammirare durante la vostra passeggiata. Costruite sul sito dell'antico castello del visconte di Limoges alla fine del XIX secolo, le Halles ospitano un grande mercato e diversi ristoranti. Questo maestoso edificio è stato classificato come monumento storico dal 1976.


Gare de Limoges-Bénédictins
Stazione di Limoges-Bénédictins

Il quartiere della Cité ospita l'imponente cattedrale di Saint-Etienne e gli splendidi Jardins de l'Évêché. La cattedrale, la cui costruzione ha richiesto quasi sei secoli, è uno dei monumenti più emblematici di Limoges. Durante le passeggiate, prendetevi il tempo per ammirare la finezza del portale Saint-Jean o le splendide sculture che ornano il paravento. Adiacenti alla cattedrale, i Jardins de l'Évêché offrono un momento di serenità e una splendida vista sul fiume Vienne e sul ponte di Saint-Etienne. La scoperta della città di Limoges non sarebbe completa senza una visita alla famosa stazione di Limoges-Bénédictins, una delle più belle di Francia. Con il suo mix di stili Art Nouveau e Art Déco, il suo campanile, la sua hall e la sua cupola, è una delle tappe obbligate della città.


Capitale delle arti del fuoco


È impossibile parlare di Limoges senza menzionare la sua famosa porcellana. Nata nel XVIII secolo in seguito alla scoperta del caolino nella regione (un'argilla bianca necessaria per produrre questa ceramica dura e traslucida), la porcellana di Limoges ha vissuto il suo periodo d'oro nel XIX secolo e oggi gode di fama internazionale. In questo periodo a Limoges furono fondate molte fabbriche prestigiose, tra cui Haviland, Bernardaud, Alluaud e Royal Limoges, alcune delle quali sono ancora in funzione. Passeggiando per la città, potrete ammirare i capolavori di porcellana che adornano le facciate delle case borghesi, le fontane e le Halles centrales. Se siete interessati all'argomento, non esitate a fermarvi al museo Adrien Dubouché, che vanta la più ricca collezione di porcellane di Limoges al mondo.


Porcelaine de Limoges
Porcellana di Limoges

Oltre che per la porcellana, Limoges è rinomata anche per gli smalti e le vetrate. Nel Medioevo, i pellegrini diretti a Santiago de Compostela si recavano ad ammirare l'abbazia di Saint-Martial e i suoi smalti. Lo smalto divenne meno popolare durante il Rinascimento, ma conobbe una rinascita nel XIX secolo, grazie al movimento Art Déco. Il Musée des Beaux-Arts è una tappa obbligata nella visita della città e vanta un'eccezionale collezione di smalti che vanno dal Medioevo ai giorni nostri. Anche l'arte delle vetrate si è sviluppata durante il Medioevo, in particolare con gli edifici religiosi e l'emergere dell'arte gotica, e ha trovato nuova vita con l'Art Nouveau e l'Art Déco all'inizio del XX secolo. È possibile ammirare le opere dei maestri vetrai in molte chiese della città, oltre che al Pavillon du Verdurier e alla stazione ferroviaria.


Lungo la Vienne


Pont Saint-Etienne
Ponte Saint-Etienne

Con il suo ricco patrimonio storico e culturale, Limoges è anche il luogo ideale per gli amanti della natura. La città è stata premiata con 4 fiori al concorso Villes et villages fleuris de France per il suo vasto patrimonio naturale. Per una boccata d'aria fresca, percorrete il sentiero dei Bords de Vienne, che vi porta attraverso i numerosi parchi e giardini che costeggiano il fiume. Da non perdere il grazioso Jardin Nadalon, una parte del quale si trova sull'Île aux Oiseaux, un residuo del calzaturificio Nadalon et Pénicaut.


La città di Limoges è attraversata dal fiume Vienne e per diversi secoli gli abitanti hanno dovuto attraversare questo fiume. Nel corso dei secoli sono stati costruiti diversi ponti per collegare il centro storico con i quartieri della riva sinistra. Tra questi, il Pont Saint-Etienne e il Pont Saint-Martial, gli unici due ponti medievali della città, interamente pavimentati e completamente pedonali. Gli abitanti del quartiere del ponte, conosciuti come i Ponticauds, organizzano da decenni la festa del ponte il giorno di San Giovanni.



Correte, camminate o andate in bicicletta con JOOKS, dal quartiere della Boucherie alla Cattedrale di Saint-Etienne!



Trovate tutti i percorsi di Limoges e oltre 1.300 altri sull'applicazione JOOKS.





1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Commentaires


bottom of page